Blog

Spazzolino plastic-free!

E se le nostre giornate cominciassero con un bel sorriso sano e rispettoso dell’ambiente?

Noi abbiamo deciso che il primo oggetto da usare al mattino per cominciare al meglio la nostra giornata non fosse uno spazzolino di plastica: abbiamo da poco acquistato spazzolini di bambù per tutta la famiglia. Ci avevate mai pensato?

I dentisti raccomandano di cambiare lo spazzolino da denti mediamente ogni 3 mesi, da cui considerando un arco di vita di 80 anni, ognuno di noi consuma almeno 320 spazzolini, circa 1300 per ogni famiglia di 4 persone. Così come la cannuccia di plastica, anche lo spazzolino non essendo un imballaggio non può essere riciclato nella plastica e va conferito nella raccolta indifferenziata. Gli spazzolini tradizionali inoltre contengono il polipropilene, classificato come una delle plastiche più inquinanti per i nostri mari!

Secondo il WWF, uno spazzolino impiega ben 500 anni per essere smaltito in ambiente.

National Geographic ci racconta che lo spazzolino, così come lo conosciamo, esiste dagli anni ’30 e da quando è stato prodotto il primo, il numero totale degli spazzolini da denti utilizzati e gettati via ogni anno è cresciuto in modo stabile. In America ogni anno vengono buttati circa 1 miliardo di spazzolini.

Crediamo che sia proprio partendo dalle piccole cose che tutti insieme possiamo fare la differenza. E così, dopo aver abbandonato le bottiglie di plastica per l’acqua e le cannucce di plastica, adesso abbiamo abbandonato anche gli spazzolini di plastica! Anche i bimbi sono stati molto contenti dei loro nuovi spazzolini che hanno anche le setole colorate! A proposito delle setole, queste possono essere sia in nylon che in fibra di bambù: nel primo caso, se non biodegradabili, vanno rimosse prima di compostare lo spazzolino. Il bambù dei nostri spazzolini è bambù moso, ovvero non ha impatto sui panda selvatici e ovviamente il packaging è plastic free.

La prima sensazione nell’utilizzo è stata abbastanza strana: ci è sembrato come di mangiare un ghiacciolo! Vi consigliamo anche di asciugarlo dopo ogni utilizzo e di riporlo in un luogo asciutto per evitare la formazione di umidità soprattutto alle 2 estremità.

E il nostro “vecchio” spazzolino? Bhe, possiamo usarlo per pulire gli angoli più piccoli della casa, della cucina, fughe delle piastrelle, pulizia di scarpe e gioielli…

E dove butteremo lo spazzolino di bambù?! La nostra idea è usarlo come legnetto in giardino, sfruttando il manico come fosse un legnetto! Diversamente è possibile smaltirlo nel cassonetto dell’umido.

Risorse:

https://www.nationalgeographic.it/ambiente/2020/01/anche-il-tuo-spazzolino-da-denti-inquina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.